Pensione anticipata Opzione Donna - Patronato Labor

ENTE DI PATRONATO PROMOSSO DALLA Confeuro Testata

Pensione anticipata Opzione Donna

La legge di Bilancio 2024 stabilisce che possono accedere alla pensione anticipata opzione donna le lavoratrici che, entro il 31 dicembre 2023, abbiano maturato un’anzianità contributiva pari o superiore a 35 anni e un’età anagrafica di almeno 61 anni e che, alla data della domanda, si trovino in una delle condizioni indicate nella medesima norma: assistono, alla data di presentazione della domanda di pensione e da almeno sei mesi, il coniuge o la parte dell’unione civile o un parente di primo grado convivente con handicap in situazione di gravità o un parente o un affine di secondo grado convivente qualora i genitori, il coniuge o l’unito civilmente della persona con handicap in situazione di gravità abbiano compiuto i settanta anni di età oppure siano anch’essi affetti da patologie invalidanti oppure siano deceduti o mancanti; hanno una riduzione della capacità lavorativa, accertata dalle competenti Commissioni per il riconoscimento dell’invalidità civile, superiore o uguale al 74 per cento; sono lavoratrici dipendenti o licenziate da imprese per le quali è attivo un tavolo di confronto per la gestione della crisi aziendale presso la struttura per la crisi d’impresa. Il requisito anagrafico di 61 anni è ridotto di un anno per ogni figlio nel limite massimo di due anni.



Pubblicato il 07 05 2024 alle 09:37 da Patronato Labor

Sito Web realizzato da Necos - Creazione Siti Web Roma