Scelta gestione liquidazione assegno ordinario di invalidità - Patronato Labor

ENTE DI PATRONATO PROMOSSO DALLA Confeuro Testata

Scelta gestione liquidazione assegno ordinario di invalidità

Si forniscono chiarimenti circa il messaggio INPS n.1256 del 27 marzo 2024 sulle condizioni in presenza delle quali l’assicurato, iscritto sia al Fondo pensioni lavoratori dipendenti sia nella gestione speciale dei lavoratori autonomi, possa scegliere la gestione in cui liquidare l’assegno ordinario di invalidità. Si rammenta preliminarmente che i requisiti amministrativi per l’assegno ordinario di invalidità, previsti dall’articolo 4 della legge 12 giugno 1984, n.222, sono cinque anni di assicurazione e di contribuzione (260 settimane) di cui tre anni di contribuzione (156 settimane) nel quinquennio precedente la domanda. Il contestuale diritto si verifica quando l’assicurato, oltre a cinque anni di assicurazione e contribuzione nel fondo lavoratori dipendenti FPLD, abbia nell’ultimo quinquennio anteriore alla domanda di assegno ordinario di invalidità, tre anni di contribuzione FPLD ed almeno un contributo nella gestione autonoma. Viceversa, quando nel quinquennio anteriore alla data della domanda di assegno ordinario di invalidità sussista solo contribuzione nel fondo lavoratori dipendenti FPLD, il trattamento pensionistico si liquida in tale gestione con la sola contribuzione presente nella stessa (articolo 20, comma 2, della legge n.613 del 1966), senza possibilità di conseguire la liquidazione della prestazione nella gestione autonoma.



Pubblicato il 05 07 2024 alle 09:42 da Patronato Labor

Sito Web realizzato da Necos - Creazione Siti Web Roma